logotype

Il festival cinematografico dell'oew

 

Il cinema è per i ragazzi uno dei più importanti mezzi di comunicazione - un festival cinematografico quindi, offre la perfetta opportunità per affrontare tematiche attuali e stimolanti con studenti e studentesse. L'oew organizza ormai da anni un festival cinematografico, aperto a tutti gli studenti*esse delle scuole superiori e professionali in lingua tedesca, italiana e ladina.

 

 

2017– True Stories . Storie vere di persone e ideali

Lun 06.11.16 |ore 8.30 
A United Kingdom
lingua tedesca
Ariston Saal Merano

Mar 07.11.16 |ore 8.00 
Hidden Figures
lingua tedesca
Casa della cultura Karl Schönherr
Silandro

Mar 07.11.16 | ore 8.00 
Hidden Figures
lingua tedesca 
UFO Bruneck

Mer 08.11.16 |ore 8.00 
Ein Dorf sieht schwarz
lingua tedesca
UFO Brunico

Gio 9.11.16 |ore 8.00 
Suffragette
lingua italiana
Forum Bressanone

Gio 9.11.16 |ore 10.40 
Suffragette
lingua inglese
Forum Bressanone

Ven 10.11.16 |ore 8.00 
Nur wir drei gemeinsam
lingua tedesca
Forum Bressanone

 

 

 

Questi cinque film raccontano le storie vere di persone emarginate a causa del colore della pelle, del loro sesso, del loro stato sociale o del loro orientamento politico. Sono storie di persone che hanno lottato per ottenere un posto nella società, non solo per loro stessi, ma per chiunque si trovi nella loro stessa situazione. Con i loro ideali hanno cambiato il loro destino e perfino la società.

Film: Il festival si concentra sulle storie vere di persone dai forti ideali che, lottando per ottenere giustizia, sono riuscite a cambiare la società.

Preparazione e discussione: Agli*alle insegnanti verrà messo a disposizione il materiale informativo relativo ai film. Un*a esperto*a si recherà gratuitamente nelle classi dopo la presentazione dei film per approfondire per due ore il tema con gli*le alunni*e.

Materiale informativo: Il materiale informativo per ogni film verrà recapitato tramite e-mail. Pacchetti multimediali sui relativi argomenti sono disponibili al prestito presso la biblioteca specialistica Un solo mondo dell’oew. 

Prezzo: Prezzo Gli*le studenti*esse pagano 5 euro ciascuno per ogni film, mentre gli*le insegnanti entrano gratuitamente. Nel prezzo è inclusa una discussione di due ore con un*a esperto*

Film a sorpresa per tutti i cinefili: Un film a sorpresa verà proiettato lunedì 13.11.2017 alle ore 20.00, presso il Forum di Bressanone. La serata, organizzata in cooperazione con il Filmclub di Bressanone, si concluderà con un buffet.

 

 

 

I cinque film in gara al festival cinematografico 2017

 

A United Kingdom

Ingilterra | 2016 | 111 Minuten | Regie: Amma Asante | Darsteller*innen: David Oyelowo, Rosamund Pike, Tom Felton, u.a. | Themen: Kolonialismus, Rassismus, Apartheid, politische Interessen und Macht, Botswana


Ende der 1940er Jahre erhält das afrikanische Land Botswana plötzlich international große Aufmerksamkeit: Der Prinz des Staates, Seretse Khama, verliebt sich, während er sein Jurastudium in England absolviert, in die Londoner Büroangestellte Ruth Williams. Aus einer anfänglichen Romanze entwickeln sich schnell Heiratspläne, was in der jeweiligen Heimat der beiden Liebenden für einen Aufschrei in der Bevölkerung sorgt. Seretse und Ruth stellen sich gegen den Willen ihrer Familien, des britischen Empires und der Obrigkeit Botswanas und beginnen ihren Kampf für Unabhängigkeit in Zeiten der Apartheid, um schließlich aus dem gesellschaftlich auferlegten Exil in ihr Königreich zurückkehren zu können.

 

Hidden Figures

USA | 2016 |127 Minuten | Regie: Theodore Melfi | Darsteller*innen: Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe| Themen: Apartheid, Rassismus, Emanzipation, Bürgerrechte, Kalter Krieg, NASA

Katherine Johnson, Dorothy Vaughn und Mary Jackson sind drei herausragende afroamerikanische Frauen, die zu Beginn der 60er Jahre bei der NASA arbeiten und an vorderster Front an einem der wichtigsten Ereignisse der jüngeren Zeitgeschichte beteiligt sind. Die brillanten Mathematikerinnen sind Teil jenes Teams, das dem ersten US-Astronauten John Glenn die Erdumrundung ermöglicht. Eine atemberaubende Leistung, die der amerikanischen Nation neues Selbstbewusstsein gibt, den Wettlauf ins All neu definiert und die Welt aufrüttelt. Dabei kämpft das visionäre Trio um die Überwindung von Geschlechtergrenzen und rassistischen Strukturen und inspiriert für kommende  Generationen dazu, an ihren großen Träumen festzuhalten.

 

Ein Dorf sieht schwarz

Frankreich | 2016 | 93 Minuten | Regie: Julien Rambaldi | Darsteller*innen: Marc Zinga, Aïssa Maïga, Jonathan Lambert | Themen: Alltagsrassismus, Zusammenleben, Vorurteile, Toleranz, Anpassung

Frankreich 1975: Ein Dorf sieht schwarz, als ein aus dem Kongo stammender, frisch graduierter Arzt namens Seyolo Zantoko gemeinsam mit seiner Familie in ihre kleine Ortschaft Marly-Gomont etwas nördlich von Paris zieht. Seine Frau Anne und seine Kinder Kamini und Sivi hatten sich die Umsiedlung allerdings eher als glorreichen Umzug ins lebendige, städtische Paris vorgestellt. Es dauert nicht lange, bis die Enttäuschung der Neuankömmlinge ihren Tiefpunkt erreicht: Die Dorfbewohner*innen, die zum ersten Mal in ihrem Leben einem afrikanischen Arzt begegnen, tun alles, um den „Exoten“ das Leben schwer zu machen. Seyolo gibt jedoch nicht auf und ist fest entschlossen, hier entgegen aller Erwartungen eine neue Heimat zu finden.

 

Suffragette

Regno Unito | 2015 | 106 minuti | Regia: Sarah Gavron | Cast principale: Carey Mulligan, Meryl Streep, Helena Bonham Carter | Temi: lotta per i diritti delle donne, coraggio civile, diritto di voto, discriminazione di genere

Il film ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista, donne costrette ad agire clandestinamente per difendersi da uno Stato sempre più brutale. Siamo nel 1912, a Londra e la storia Maud Watts, personaggio fittizio, potrebbe essere quella di molte suffraggette: la giovane donna, madre e moglie, si divide tra il lavoro sfiancante in una lavanderia industriale e la famiglia. Grazie ad una sua collega si appassiona alla causa ed entra a far parte del movimento delle suffraggette britanniche, che lottano per l’emancipazione femminile da ottenere anche, ma non solo, attraverso il diritto di voto. La vita di Maud cambierà per sempre e la sua storia, emblematica, è al contempo struggente e di ispirazione.

 

Nur wir drei gemeinsam

Frankreich | 2015 | 102 Minuten | Regie: Kheiron | Darsteller*innen: Kheiron, Leila Bekhti u.a. | Themen: Zusammenleben, Selbst- und Fremdbestimmung, Flucht, Zivilcourage, Banlieue, Iranische Revolution

Mit viel Mut, Entschlossenheit und einer ordentlichen Portion Humor kämpft Hibat mit seiner Frau Fereshteh und anderen Gleichgesinnten erst gegen das brutale Schah-Regime, dann gegen die Schergen des Ayatollah Khomeini. Als der politische Druck zu groß wird, bleibt ihnen nur die Flucht ins Ausland. Mit ihrem einjährigen Sohn Nouchi machen sie sich auf den Weg nach Frankreich und landen in den sozialen Ghettos der Pariser Banlieues. Dabei ist die Formel „nur wir drei gemeinsam“ nicht nur das Credo ihres Familienglücks, sondern auch der beste Beweis, dass alles möglich ist, wenn man zusammenhält.

 

 

Festival cinematografici precedenti

Festival cinematografico 2016– RiFuggio

Film vincitore: "Die Piroge"

Il premio di 1.500 euro verrà devoluto all'organizzazione "Acciòn Ecòlogica" dell'Ecuador, che si batte per la salvaguardia della foresta tropicale Yasuni e per il sostentamento della popolazione locale.

 

Festival cinematografico 2015 _ Sogni. Rendere l'impossibile possibile.

Film vincitore: "Pride"

Il premio di 1.500 euro è stato devoluto alla Casa della Solidarietà (HdS), che dona ad organizzazioni ecosociali e persone in seria difficoltà un tetto sopra la testa.  

 

Festival cinematografico 2014 _ (Im)potenza

Film vincitore: "The Butler"

Il premio di 1.500 euro è stato devoluto al progetto "Sembradores" ad Huaraz/Perù, che provvede a sostenere bambini con disabilità nei quartieri più poveri. 

 

Festival cinematografico 2013 _ Identità

Film vincitore: "Almanya"

Il premio di 1500 € è stato devoluto alla costruzione di un centro cura per le persone siero positive a Birongo, in Uganda. 
Il 2013 il Filmfestival ha celebrato il suo decimo compleanno. Per dieci anni il Filmfestival ha fatto sì che a Bolzano, Bressanone e Brunico venissero proiettati film critici e impegnati, che dessero la possibilità ai ragazzi di confrontarsi con tematiche troppo spesso tabù o poco note. Il tema di quest'anno era "Identità" e 1.800 studenti*esse delle scuole professionali e superiori hanno visto almeno uno dei film proposti. Alla proiezione del film vincitore, "Almanya", al forum di Bressanone sono accorse ben 150 persone.

 

Festival cinematografico 2012 _ Coraggio civile

Film vincitore: "The Help" 

La giuria si è decisa per la vittoria di questo film, dato che viene mostrato in maniera molto realistica ed emozionante il rapporto che i ricchi e borghesi bianchi avevano con i neri, considerati come nullità. Non ci sono banalità nè eccesso di pathos, il tutto è presentato in maniera pacata e realistica."Il film è ambientato all'epoca della lotta per i diritti civili e di Martiin Luther King negli USA. Si lottava per la parità dei diritti dei neri d'America e per il loro riconoscimento all'interno della società". Anche le doti recitative delle tre protagoniste, Skeeter, Mini e Aibileen hanno reso e mostrato perfettamente la vera essenza del coraggio civile. 

Il premio di 1.500 Euro è stato devoluto al progetto oew " Vida y Esperanza" a Cochabamba, in Bolivia, dove bambini provenienti da famiglie svantaggiate hanno accesso ad un'istruzione e coltivano la loro autostima.

 

Festival cinematografico 2011 _ Aggiungi amico/a

Film vincitore: "Themba"
Al film è stato abbinato un premio di 1.500 euro, devoluto al progetto "Camm" a Recife, in Brasile, dedicato ai raqazzi di strada. Il centro offre un'opportunità di sviluppo e istruzione ai minorenni in difficoltà, cercando di tirarli fuori dal circolo vizioso di violenza e sfruttamento sessuale in cui si ritrovano.  

Il film vincitore descrive la realtà di Themba, sudafricano di 11 anni. Il ragazzo sogna di diventare calciatore, ma si deve confrontare con il dramma dell'HIV. La giuria afferma :" Malgrado la disperazione a causa della povertà e della malattia, l'Africa viene rappresentata in tutti i suoi colori e il film lancia un forte messaggio di positività. Il fatto che Themba parli apertamente della sua infenzione HIV, significa che non se ne vergogna, ma che è pronto ad affrontarla".

 

Festival cinematografico 2010 _ Profumo di libertà

Film vincitore: "Ein Augenblick Freiheit"

Abbiamo scelto questo film perché racconta in maniera avvincente il tragico destino dei profughi iraniani. Il tutto, sebbene tragico, viene raccontato con leggerezza e simpatia, grazie a dei fantastici personaggi. Si piange e si ride allo stesso tempo" ha detto Jonas Ferdigg, a nome della giuria. Il premio di 1.500 euro è stato devoluto allo "Sponsoring Children Uganda - Rachele Rehabilitation Centre a Lira. Circa 3500 ex bambini soldati ricevono assistenza psicologica e vengono reinseriti nella società attraverso la scuola.

 

Festival cinematografico 2009 _ Lontano da casa

Film vincitore: "Let’s Break - Adil geht"
Il premio di 1.500 euro è stato devoluto alla campagna " Ferma Ilisu - Salva Hasnkeyf". Il progetto Ilisu in Turchia, è uno dei progetti di diga più controversi e contrariati a livello mondiale. 

Seppur con un budget minimo, la regista è riuscita a realizzare un film profondo e realistico. Ci siamo riconosciuti nella pellicola e siamo convinti che emozioni molti giovani" così la giuria ha argomentato la sua decisione.

Festival cinematografico 2008 _ Come reagire ai grandi cambiamenti della vita

Film vincitore: "Freedom Writers"
Il premio di 1.500 è stato devoluto al membro del direttivo dell'oew Patrick Kofler. Questi soldi andranno a favore del progetto a Cochambamba in Brasile, così da continuare a migliorare la vita delle persone del luogo, dando loro posti di lavoro e sostentamento.

Una giovane insegnante cerca di stabilire un dialogo con ragazzi delle gang di strada attraverso un metodo d'insegnamento straordinario ed ingegnoso. 

 

Ulteriori tematiche affrontate:

Filmfestival 2007: Giovani alla ricerca della loro strada

Filmfestival 2006: Convivere

Filmfestival 2005: Globalizzazione

Filmfestival 2004: Schiavitù

Abbonamento al nostro mensile newsletter:
Indirizzo Email

Powered by Spearhead Software Labs Joomla Facebook Like Button