Dibattito e il rifiuto al Tschumpus

Lo scorso sabato il gruppo teatrale “Wish you were here“, per la seconda volta quest’anno, ha presentato a Bressanone un nuovo pezzo teatrale sperimentale: Il rifiuto.  La trama si è svolta attorno ad un amore desiderato e non in tempi di globalizzazione. Il dibattito a seguire è stato condotto dall’oew-Organizzazione per Un mondo solidale, che ha sottolineato anche il successo del gruppo teatrale in quanto buon esempio di integrazione sociale in Alto Adige.

Adrian Luncke, collaboratore dell’oew: “Il gruppo Wish you were here ci ha dimostrato come la convivenza, con pari diritti per tutti, possa effettivamente funzionare in Alto Adige.”

Il fatto che l’integrazione possa avere luogo solo se anche il contesto socioculturale è coinvolto in maniera attiva, è stato uno dei temi principali della discussione condotta dall’oew a seguito dello spettacolo. Insieme al regista Nicola Benussi si sono ripercorse le esperienze vissute lavorando con i protagonisti dello spettacolo, mentre la dottoressa e professoressa Doris Kofler ha introdotto il pubblico al tema della pedagogia interculturale e infine la mediatrice culturale Tahere Oshnari ha raccontato qualche aneddoto dalla sua esperienza personale.