Hello Yellow: La banana equosolidale nel tempo di Covid

Da ben 10 mesi, non solo l’Alto Adige, ma anche l’intero Sudamerica trattiene il respiro. Il virus Covid-19 ha posto sotto stretto controllo la vita di molti lavoratori delle piantagioni di banane in Sud America. KFS, OEW e le Botteghe del Mondo dell’Alto Adige si sono chiesti, nel corso della campagna sulle banane „Hello Yellow“, presso la piccola cooperativa di contadini EL GUABO in Ecuador, come stia andando la vita dei lavoratori, e come possiamo sostenerli in Alto Adige.

Per dieci giorni, l’OEW- organizzazione per Un mondo solidale, le Botteghe del mondo dell’Alto Adige e il Katholischer Familienverband Südtirol hanno visitato 21 paesi e città altoatesine con la campagna di sensibilizzazione „Hello Yellow-La banana equosolidale alla ribalta“ nell’ottobre 2020. Sono state fritte circa 100 banane e assaggiate 1.700 banane Cavendish e mini banane e giovani e anziani sono stati informati sulle condizioni di lavoro, sul fattore ambientale e sulla politica dei prezzi nel settore delle banane. Verena Gschnell dell’OEW è convinta: „Soprattutto in tempi come questi, dovremmo pensare se vogliamo sostenere i giganti del mercato multinazionale senza scrupoli o le cooperative di piccoli agricoltori onesti.

La cooperativa di banane „EL GUABO“ in Ecuador, ad esempio, è una delle cooperative di piccoli produttori, le cui banane vengono vendute sugli scaffali delle Botteghe del Mondo in Alto Adige. Lianne Zoeteweij, amministratore delegato di EL GUABO, dice: „Abbiamo imparato a convivere con il virus, ma siamo ancora lontani dal parlare di normalità“. In primavera il duro blocco dell’Ecuador aveva portato ad un alto tasso di disoccupazione e di impoverimento. Lianne Zoeteweij parla di essere „fortunata“ ad avere così tanti sostenitori* che diffondono l’idea del commercio equo e solidale. „La situazione favorevole di EL GUABO ci dimostra che siamo sulla strada giusta“, spiega Brigitte Gritsch, coordinatrice della Rete delle Botteghe del Mondo dell’Alto Adige. La quota di banane vendute a prezzi equi in Alto Adige è già arrivata al 3 per cento e potrebbe aumentare ulteriormente, come dimostra la percentuale del 25 per cento in Austria. Il fatto che EL GUABO sia attualmente in grado di sostenere l’onere finanziario aggiuntivo di mascherine, disinfettanti e test rapidi è dovuto anche all’impegno dell’organizzazione di commercio equo e solidale „Agrofair“, che importa le banane „altromercato“ in Alto Adige. Da alcuni mesi Agrofair paga ai produttori un premio per ogni cartone di banane per coprire i costi aggiuntivi. Nel commercio delle banane convenzionale, questo premio non esiste. Grazie ad esso i lavoratori possono permettersi generi di prima necessità come cibo, medicine o trasporto al lavoro.

„Siamo tutti importanti trasmettitori di valori nella nostra società e dobbiamo lavorare per garantire a tutte le persone gli stessi diritti“, sostiene Silvia Di Panfilo del Katholischer Familienverband Südtirol. In una e-mail agli organizzatori, anche il governatore provinciale Arno Kompatscher conferma l’importanza di questa idea: „Con decisioni di acquisto consapevoli, ognuno di noi dà un piccolo contributo al rafforzamento degli sviluppi positivi”.

(c) Agrofair