Black Friday Flashmob

Chi paga davvero il prezzo degli articoli scontati? 

Stamattina, con un flashmob davanti a H&M, l’oew ha portato l‘attenzione sul lato oscuro del venerdì di sconti. Contemporaneamente a più di 200 altre organizzazioni sparse per il mondo, tra Dehli, Milano, Londra, Washington, Zagabria e Firenze, l’oew è scesa in strada in occasione del “Black Friday” sposando l’iniziativa della Campagna Abiti Puliti.

Il flashmob, organizzato proprio di fronte all’entrata del negozio H&M di Bolzano, ha avuto l’obiettivo di fare luce sulle terribili condizioni di lavoro nell’industria tessile e ha puntato il dito specialmente contro il gigante della moda H&M che aveva promesso, entro novembre 2018, di garantire migliori condizioni di lavoro nelle sue più importanti fabbriche in subappalto. Dato che, ad oggi, non c’è stato ancora nessun miglioramento, l’oew ha chiesto ai passanti e consumatori di sostenere la causa delle imprese in subappalto di H&M e di convincere l’azienda, firmando la petizione internazionale “Turn around, H&M”, a rispettare le sue promesse.

Ulteriori informazioni trovate qui.